Canna fumaria di un singolo condomino

da | Set 30, 2022 | Amministrare il condominio, Amministratore, Domande & Risposte

Domanda:

richiesta canna fumaria privata

nel mio condominio al piano terreno e precisamente sotto il mio appartamento è ubicato un bar che ha chiesto all’assemblea di installare una canna fumaria. Nell’ultima assemblea tutti i condomini abbiamo espresso parere negativo deliberato con il massimo dei millesimi. Il proprietario del bar é ostinato e deciso ad istallare la canna fumaria a metterla avvalendosi dell’art.1102. Come possiamo difenderci? (S.P.)

Risposta

 Il titolare del bar fa valere un suo diritto di legge previsto dall’art.1102 cc., 
“Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune,  purché  non ne alteri la destinazione  e non impedisca agli altri partecipanti  di farne parimenti  uso  secondo  il  loro  diritto.  A  tal  fine  può  apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il  miglior godimento della cosa.” 

Decide il magistrato

Se la canna fumaria viene realizzata nel rispetto delle distanze, dell’altezza dello scarico dal colmo dell’edificio e delle eventuali altre norme urbanistiche locali, al condominio non resta che appellarsi, eventualmente, alla lesione del decoro architettonico. Su questa materia può decidere soltanto il giudice,il quale nominerà un tecnico (CTU).

Delibera ed azione giudiziaria

Quindi per evitare la costruzione della canna fumaria è necessario che il condominio, previa delibera assembleare, intraprenda azione giudiziaria.

Anche un solo condomino

Azione giudiziaria che può essere avviata anche da un singolo condomino che si ritiene danneggiato dall’installazione della canna fumaria.                                                                                

Umberto Anitori

Esperto nell’amministrazione di condomini, professione che svolge in Viterbo e a Roma da 40 anni. E’ docente incaricato nei corsi di formazione delle primarie associazioni di categoria e per gli enti di formazione. Consulente immobiliare per numerose aziende di primaria importanza. Già segretario nazionale dell’ANACI ha al suo attivo numerose pubblicazioni che riguardano la materia dei condomini e la loro amministrazione oltre alla partecipazione a programmi televisivi di approfondimento nelle reti Rai e Mediaset. Svolge oggi il ruolo di capo redattore della testata condominio.it coadiuvato da uno staff di legali, tecnici ed esperti del settore.