L’Amministratore è obbligato a comunicare i nomi dei morosi a terzo creditore

da | Set 6, 2022 | Amministrare il condominio, Amministratore, Codice Civile, Leggi e normative, Sentenze, Tribunale

 Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ordinanza n. 2850 del 1 luglio 2022.

 Il fatto si riferisce alla esecuzione di lavori di manutenzione della copertura di un fabbricato da parte della ditta appaltatrice che vantando ancora dei crediti nei confronti del condominio ha richiesto all’amministratore i dati dei condomini morosi completi delle rispettive quote millesimali. Nel caso specifico l’’amministratore ha comunicato al creditore soltanto i nomi e cognomi dei condomini morosi e l’importo dovuto, senza indicazione delle complete generalità, né dei dati dei beni immobili, né delle relative quote millesimali.

Penale per ritardata comunicazione

Da qui la condanna a comunicare immediatamente i dati completi alla società creditrice. Il Giudice ha anche accolto l’istanza della ditta appaltatrice ricorrente di ottenere la fissazione, ai sensi dell’art. 614 bis del c.p.c., di una somma a carico del condominio inadempiente per ogni giorno di eventuale ritardo nell’esecuzione dell’ordinanza: somma che, tenuto conto del credito vantato e del ritardo subito dal creditore, è stata quantificata dal giudice in 50 euro per ogni giorno di ritardo.

Umberto Anitori

Esperto nell’amministrazione di condomini, professione che svolge in Viterbo e a Roma da 40 anni. E’ docente incaricato nei corsi di formazione delle primarie associazioni di categoria e per gli enti di formazione. Consulente immobiliare per numerose aziende di primaria importanza. Già segretario nazionale dell’ANACI ha al suo attivo numerose pubblicazioni che riguardano la materia dei condomini e la loro amministrazione oltre alla partecipazione a programmi televisivi di approfondimento nelle reti Rai e Mediaset. Svolge oggi il ruolo di capo redattore della testata condominio.it coadiuvato da uno staff di legali, tecnici ed esperti del settore.