L’amministratore non può agire nei confronti del coniuge assegnatario

da | Lug 19, 2022 | Amministrare il condominio, Amministratore, Cassazione, Sentenze

Solo il titolare dei diritti reali risponde al condominio

Cassazione Civile  Sez. 6 Ordinanza Num. 16613 Anno 2022

La Suprema Corte nel cancellare una sentenza della Corte d’Appello di Bari che aveva respinto la richiesta di opposizione ad un decreto ingiuntivo emesso dal Tribunale del capoluogo pugliese nei confronti di una signora assegnataria di un immobile a seguito di sentenza di separazione ha enunciato il  seguente principio: “l’amministratore di condominio ha diritto di riscuotere i contributi per la manutenzione e per l’esercizio delle parti e dei servizi comuni esclusivamente da ciascun condomino, e cioè dall’effettivo proprietario o titolare di diritto reale sulla singola unità immobiliare, sicché è esclusa un’azione diretta nei confronti del coniuge o del convivente assegnatario dell’unità immobiliare adibita a casa familiare, configurandosi il diritto al godimento della casa familiare come diritto personale di godimento “sui generis”

Umberto Anitori

Esperto nell’amministrazione di condomini, professione che svolge in Viterbo e a Roma da 40 anni. E’ docente incaricato nei corsi di formazione delle primarie associazioni di categoria e per gli enti di formazione. Consulente immobiliare per numerose aziende di primaria importanza. Già segretario nazionale dell’ANACI ha al suo attivo numerose pubblicazioni che riguardano la materia dei condomini e la loro amministrazione oltre alla partecipazione a programmi televisivi di approfondimento nelle reti Rai e Mediaset. Svolge oggi il ruolo di capo redattore della testata condominio.it coadiuvato da uno staff di legali, tecnici ed esperti del settore.