Impossibile modificare l’assegnazione dei posti auto a maggioranza

da | Giu 23, 2022 | Amministrare il condominio, Assemblea, Cassazione, Sentenze

Cassazione II sezione civile Ordinanza n 15613 pubblicata il 16 maggio 2022

La Suprema Corte ha confermato, ancora una volta, che solo, con l’unanimità dei condomini si può modificare una precedente delibera totalitaria che aveva stabilito l’assegnazione dei posti auto.

Ricorso accolto

Gli Ermellini hanno accolto il ricorso di una condomina avverso alla sentenza della Corte d’Appello di Venezia che aveva respinto la richiesta della stessa condomina di annullare la delibera con cui  l’assemblea aveva modificato, in sua assenza, invertendole il proprio posto auto con quello di un altro condomino, una precedente delibera totalitaria con cui erano stati assegnati i posti ai vari condomini.

delibera totalitaria

Infatti la Corte ha affermato che ” a differenza di quanto affermato nella sentenza impugnata dalla Corte d’appello di Venezia – l’atto approvato nel corso dell’assemblea del Condominio omissis svoltasi il 27 dicembre 1994 (allorché tutti i condomini avevano individuato i posti auto nell’area esterna comune adibita a parcheggio e li avevano assegnati nominativamente in uso esclusivo ai titolari delle varie unità comprese nel condominio, sottoscrivendo il verbale e le allegate planimetrie) costituiva espressione di una volontà contrattuale ed è perciò modificabile soltanto con il consenso unanime dei partecipanti alla comunione”.

Umberto Anitori

Esperto nell’amministrazione di condomini, professione che svolge in Viterbo e a Roma da 40 anni. E’ docente incaricato nei corsi di formazione delle primarie associazioni di categoria e per gli enti di formazione. Consulente immobiliare per numerose aziende di primaria importanza. Già segretario nazionale dell’ANACI ha al suo attivo numerose pubblicazioni che riguardano la materia dei condomini e la loro amministrazione oltre alla partecipazione a programmi televisivi di approfondimento nelle reti Rai e Mediaset. Svolge oggi il ruolo di capo redattore della testata condominio.it coadiuvato da uno staff di legali, tecnici ed esperti del settore.