Bloccare l’accesso allo stabile con l’auto è reato

da | Giu 14, 2022 | Cassazione, codice penale, Leggi e normative, Sentenze

Corte di Cassazione V sezione penale sentenza 22594 pubblicata 9 giugno 2022

Interessante precedente con cui la Suprema Corte ha respinto il ricorso di un cittadino avverso alla sentenza della Corte d’Appello di Catanzaro.

Reato di violenza privata

Corte d’Appello di Catanzaro che aveva confermato il parere dello stesso tribunale che aveva riconosciuto la responsabilità del delitto di violenza privata allo stesso ricorrente il quale lasciando la propria auto sul passo carrabile aveva impedito l’accesso allo stabile da parte della persona offesa.

 Secondo i giudici

il ricorso è, anzitutto, manifestamente infondato nella parte in cui nega – in maniera del tutto erronea – che l’ostruzione della pubblica via con una vettura parcheggiata non costituisca condotta sussumibile nell’incriminazione in esame. Correttamente la Corte di appello ha richiamato il principio, già espresso da questa Corte, secondo cui «integra il delitto di violenza privata la condotta di colui che parcheggi la propria autovettura dinanzi ad un fabbricato in modo tale da bloccare il passaggio, impedendo l’accesso alla persona offesa, considerato che, ai fini della configurabilità del reato in questione, il requisito della violenza si identifica in qualsiasi mezzo idoneo a privare coattivamente l’offeso della libertà di determinazione e di azione» (Sez. 5, n. 1913/2017, cit.)”

Umberto Anitori

Esperto nell’amministrazione di condomini, professione che svolge in Viterbo e a Roma da 40 anni. E’ docente incaricato nei corsi di formazione delle primarie associazioni di categoria e per gli enti di formazione. Consulente immobiliare per numerose aziende di primaria importanza. Già segretario nazionale dell’ANACI ha al suo attivo numerose pubblicazioni che riguardano la materia dei condomini e la loro amministrazione oltre alla partecipazione a programmi televisivi di approfondimento nelle reti Rai e Mediaset. Svolge oggi il ruolo di capo redattore della testata condominio.it coadiuvato da uno staff di legali, tecnici ed esperti del settore.