CESSIONE DEI CREDITI D’IMPOSTA

da | Apr 9, 2022 | Leggi e normative, super-bonus, bonus-facciate, sisma.-bonus, Tassazione

OPZIONI DI CESSIONE DEL CREDITO/SCONTO IN FATTURA PER LE DETRAZIONI EDILIZIE

Nell’art. 28 co. 1-bis del DL 4/2022 convertito è stata trasposta la disciplina dell’art. 1 del DL

13/2022 (conseguentemente abrogato), in materia di cessione dei crediti d’imposta relativi

alle opzioni per lo sconto sul corrispettivo o la cessione del credito di cui all’art. 121 del DL

34/2020, secondo la quale:

• il beneficiario della detrazione e il fornitore che ha applicato lo “sconto sul

corrispettivo” possono cedere il credito d’imposta a qualsivoglia soggetto terzo, ivi

compresi banche ed intermediari finanziari (prima cessione);

• successivamente, possono essere disposte due ulteriori cessioni, ma soltanto a

cessionari che rientrino nel perimetro dei c.d. “soggetti vigilati”.

I “soggetti vigilati” che possono essere cessionari delle “cessioni successive alla prima” sono:

• le banche e gli intermediari finanziari iscritti all’albo di cui all’art. 106 del TUB; MD 7.5.1 04

• le società appartenenti a un gruppo bancario iscritto all’albo di cui all’art. 64 del TUB;

• le imprese di assicurazione autorizzate ad operare in Italia ai sensi del DLgs. 209/2005.

DISCIPLINA TRANSITORIA

I crediti d’imposta relativi ad opzioni comunicate telematicamente all’Agenzia delle Entrate

sino al 16.2.2022 (o al 6.3.2022 per il “bonus barriere architettoniche 75%”, di cui all’art.

119-ter del DL 34/2020), a prescindere dal numero di cessioni di cui sono già stati oggetto

(nessuna o molteplici), possono essere ceduti ancora una volta, a favore di qualsiasi terzo

cessionario, ivi comprese banche e intermediari finanziari.

Con la risposta del 17.3.2022, l’Agenzia delle Entrate ha fornito un’interpretazione della

disposizione favorevole al contribuente, precisando, tra l’altro, che il credito può essere

ceduto ancora una volta a chiunque e poi due volte a soggetti “qualificati” (ossia “vigilati”)

qualora vi siano stati:

• prima cessione o sconto comunicati all’Agenzia delle Entrate entro il 16.2.2022;

• cessioni successive alla prima comunicate all’Agenzia delle Entrate entro il 16.2.2022.

DIVIETO DI CESSIONE PARZIALE DEI CREDITI D’IMPOSTA

Sono vietate le cessioni parziali dei crediti d’imposta, anche successive alla prima, relative a

comunicazioni trasmesse all’Agenzia delle Entrate dall’1.5.2022.

Redazione

La Redazione di Condominio.it è composta da giornalisti esperti nel settore, da professionisti e tecnici che operano da tempo nel campo dell'amministrazione e gestione dei condomini. Fanno parte inoltre del nostro Comitato di redazione docenti universitari, presidenti e membri dei direttivi delle associazioni di categoria, avvocati, ingegneri, geometri, agenti immobiliari e consulenti operanti nel settore immobiliare e tecnico.