L’Assemblea di condominio – Un momento importante da conoscere e vivere

da | Mar 20, 2022 | Amministrare il condominio, Assemblea

Cosa è bene sapere per gestire al meglio la partecipazione all’assemblea

La normativa vigente ed il codice civile dettano le regole per una partecipazione attiva e consapevole dei condomini all’assemblea di condominio. Infatti il massimo organo deliberativo del condominio (assemblea) “non può deliberare se non consta che tutti gli aventi diritto sono stati regolarmente convocati” (art. 1136, comma 6).

Partecipano a pieno diritto all’assemblea non solo “i proprietari” delle unità immobiliari ma anche “gli inquilini”, conduttori delle case in forza di un contratto di locazione. Anche se è bene sapere che la legge sull’equo canone del 1978, ancora in vigore, limita il diritto di voto agli inquilini per le assemblee che deliberano su spese e modalità di gestione dei specifici servizi di riscaldamento e di condizionamento d’aria (art. 10 legge n. 392/1978).

La Giurisprudenza in merito agli inquilini

Solo nei casi sopra indicati la presenza del conduttore è sostitutiva dei proprietari. Il conduttore, può intervenire all’assemblea, ricevendo la normale convocazione da parte dell’amministratore. L’inquilino, al pari del proprietario può delegare la partecipazione all’assemblea e di conseguenza il diritto di voto ad altro soggetto, che potrà essere un condomino, un terzo estraneo al condominio oppure lo stesso locatore.

L’inquilino può sempre presenziare in assemblea insieme al locatore e partecipare alla discussione, anche in ordine alla modifica dei servizi comuni e di fare verbalizzare i propri interventi, senza però avere diritto di voto. Infatti questa prerogativa risulta essere una eccezione alla regola, considerato che la stessa è concessa esclusivamente al proprietario dell’immobile.

La delega e la partecipazione

Il più delle volte è proprio il proprietario di casa che delega “il suo inquilino” in assemblea. Questi, in virtù della “nomina a delegato” può votare in assemblea a pieno titolo. Potrà:

  • approvare i bilanci e la ripartizione delle spese,
  • votare per la di revoca dell’incarico all’amministratore,
  • nominare un nuovo amministratore.

Con la delega l’inquilino non ha limiti alla piena partecipazione attiva all’assemblea di condominio.

Redazione

La Redazione di Condominio.it è composta da giornalisti esperti nel settore, da professionisti e tecnici che operano da tempo nel campo dell'amministrazione e gestione dei condomini. Fanno parte inoltre del nostro Comitato di redazione docenti universitari, presidenti e membri dei direttivi delle associazioni di categoria, avvocati, ingegneri, geometri, agenti immobiliari e consulenti operanti nel settore immobiliare e tecnico.