Il singolo condomino può opporsi tardivamente al decreto ingiuntivo

da | Mar 17, 2022 | Amministrare il condominio, Cassazione, Sentenze

va riconosciuta la disponibilità dei rimedi dell’opposizione a precetto e dell’opposizione tardiva al decreto

Cassazione VI Sezione Civile Ordinanza n° 5811pubblicata il 22/2/2022

La Suprema Corte ha accolto il ricorso di un condomino contro la sentenza della Corte d’Appello di Napoli che aveva respinto l’opposizione, che lo stesso condomino, aveva presentato al decreto ingiunto che un terzo creditore aveva notificato al condominio nella persona di un amministratore, all’epoca già non più in carica perché revocato quattro anni prima dall’autorità giudiziaria per gravi  irregolarità. La Corte ha sentenziato che al “condomino al quale sia intimato il pagamento di una somma di danaro in base ad un decreto ingiuntivo non opposto ottenuto nei confronti del condominio, va, pertanto, riconosciuta la disponibilità dei rimedi dell’opposizione a precetto e dell’opposizione tardiva al decreto; in particolare, debbono essere fatte valere mediante opposizione le ragioni di nullità del decreto ovverosia i vizi in cui sia incorso il giudice nel procedere o nel giudicare, mentre debbono essere fatte valere con opposizione a precetto le ragioni che si traducono nella stessa mancanza del titolo esecutivo o in altri vizi del procedimento esecutivo (arg. da Cass. Sez. 3, 06/07/2001, n. 9205). Deve, pertanto accogliersi il ricorso, con conseguenti cassazione dell’ordinanza impugnata.”

Umberto Anitori

Esperto nell’amministrazione di condomini, professione che svolge in Viterbo e a Roma da 40 anni. E’ docente incaricato nei corsi di formazione delle primarie associazioni di categoria e per gli enti di formazione. Consulente immobiliare per numerose aziende di primaria importanza. Già segretario nazionale dell’ANACI ha al suo attivo numerose pubblicazioni che riguardano la materia dei condomini e la loro amministrazione oltre alla partecipazione a programmi televisivi di approfondimento nelle reti Rai e Mediaset. Svolge oggi il ruolo di capo redattore della testata condominio.it coadiuvato da uno staff di legali, tecnici ed esperti del settore.