La spesa per la ricostruzione del solaio va divisa equamente tra i proprietari dei due piani

Domanda – Spett.le Redazione, abito in un vecchio palazzo del centro storico e da anni il pavimento di alcune stanze presenta avvallamenti. Ultimamente ho riscontrato anche l’apertura di fessure ed ho interpellato un geometra il quale ha accertato che il solaio in travi di legno è da rifare anche con urgenza. Non essendoci l’amministratore del palazzo e poiché sotto il mio appartamento ci sono più immobili (un negozio, due piccoli appartamenti e due magazzini ed ancora sotto due grandi cantine), come debbo fare per procedere al rifacimento del solaio e del pavimento? La spesa riguarda anche i condomini dei piani superiori ? (B.E. Perugia)

Risposta – Premesso che Le consiglio di intervenire al più presto per usufruire dei bonus attualmente disponibili. Le fornisco le indicazioni che sono indipendenti dai bonus, in quanto con gli altri condomini interessati e/o con l’amministratore, che dovreste nominare quanto prima, potreste godere delle agevolazioni fiscali previste dalla normativa vigente al riguardo.

la legge

Infatti l’art. 1125 del codice civile recita integralmente: ”per la manutenzione e ricostruzione dei soffitti, delle volte e dei solai sono sostenute in parti eguali dai proprietari dei due piani l’uno all’altro sovrastanti, restando a carico del proprietario del piano superiore la copertura del pavimento e a carico del proprietario del piano inferiore l’intonaco, la tinta e la decorazione del soffitto.”

La divisione delle spese per le opere

Quindi è ovvia la risposta ai suoi quesiti: la spesa per la ricostruzione del solaio va divisa equamente tra i proprietari dei due piani, ognuno per la parte che lo riguarda. Se non ho capito male il piano superiore è tutto di Sua proprietà e quindi sarà a suo carico il 50% della spesa mentre i proprietari degli immobili sottostanti dovranno intervenire ciascuno per la propria parte di pertinenza.

La spesa non interessa né i condomini dei piani inferiori né quelli dei piani superiori.

Il pavimento e il soffitto

E ovvio che le spese per il pavimento saranno tutte a suo carico mentre i proprietari degli immobili sottostanti dovranno provvedere ai soffitti ed alla relative tinteggiature o decorazioni.

La nomina dell’amministratore

Quanto alla mancanza  di un amministratore, se non è possibile procedere alla nomina nei tempi brevi, le consiglio di convocare tutti i proprietari  sottostanti il suo appartamento ed insieme scegliere l’intervento da effettuare e la ditta a cui affidare il lavoro. Non dimentichi di redigere un verbale della riunione facendo risultare gli importi e le rispettive quote, anche ai fini di usufruire della detrazione fiscale.

Umberto Anitori

Esperto nell’amministrazione di condomini, professione che svolge in Viterbo e a Roma da 40 anni. E’ docente incaricato nei corsi di formazione delle primarie associazioni di categoria e per gli enti di formazione. Consulente immobiliare per numerose aziende di primaria importanza. Già segretario nazionale dell’ANACI ha al suo attivo numerose pubblicazioni che riguardano la materia dei condomini e la loro amministrazione oltre alla partecipazione a programmi televisivi di approfondimento nelle reti Rai e Mediaset. Svolge oggi il ruolo di capo redattore della testata condominio.it coadiuvato da uno staff di legali, tecnici ed esperti del settore.