Parcheggio selvaggio? Un po’ di buon senso !

da | Dic 17, 2021 | Amministrare il condominio

RENDERE PARTECIPI I PROPRIETARI IL MIGLIOR ANTIDOTO CONTRO LE CATTIVE ABITUDINI

Sovente nel condominio si verificano parcheggi di autovetture o di motocicli in aree di transito carrabile, impedendo di fatto il libero accesso alle parti comuni (scale e rampe di accesso, ecc.) ed alle autorimesse da parte del legittimo proprietario o legittimo detentore o degli altrui proprietari.

Tale comportamento, ritenuto innocuo da parte di chi lo attua (pensando che la sosta breve o il carico e scarico, per il loro carattere di temporaneità, possano essere una giustificazione o peggio … tanto nessuno se ne accorge!!) può integrare in una interpretazione giuridica hard “il reato della violenza privata”.
Anche l’ingresso entro il perimetro del condominio è sempre e solo riservato agli aventi titolo. La presenza di autovetture e di motocicli di proprietà di soggetti terzi può risultare quindi perseguibile in sede civile e/o in sede penale.

Ricordando che non è consentito, al condominio o al singolo, provvedere alla rimozione o allo spostamento del mezzo in via autoritaria (esercizio arbitrario delle proprie ragioni), per vedere ripristinato il diritto deve essere intrapresa una azione civile con le ovvie conseguenze di tempi lunghi e costi certi.

Volendo sempre evitare per quanto possibile il ricorso alle vie legali è importantissimo che l’assemblea di condominio si ponga sempre in una ottica di informare i proprietari per renderli partecipi, consapevoli e co-responsabili della vita condominiale, affinché le brutte abitudini si modifichino nel tempo. (Luca Provenzi)

Luca Provenzi

Luca Provenzi - Ingegnere Meccanico Energetico, iscritto all'Albo Ordine degli ingegneri di Bergamo, regolarmente abilitato alla professione. La tesi di laurea “Progetto termodinamico di un generatore di vapore a tubi d'acqua di media potenza e analisi economica per l'ottimizzazione tecnica. Dal 1986 al 1992 docente di cattedra presso istituti professionali e tecnici di Stato con insegnamento nei corsi annuali di disegno tecnico, tecnologia e progettazione meccanica – termotecnica. Docente di matematica e geometrica nei corsi di recupero per geometri e ragionieri. Dall’anno 2006 libero professionista e consulente nel settore impiantistico per attività di supervisione cantiere, Direzione Lavori, Controllo Qualità. Iscritto al ruolo agenti assicurativi. Esperto amministratore di condomini.