Abuso edilizio: chi risponde?

da | Dic 2, 2021 | Domande & Risposte

CAMBIO DI DESTINAZIONE D’USO, RESPONSABILITA’, EVENTUALI DANNI FUTURI

Domanda – Da circa dieci anni amministro il condominio nel quale ho abitato sino allo scorso mese di agosto. Il condominio è sito in una zona periferica di Bologna e al piano terreno un locale precedentemente utilizzato come magazzino è stato recentemente trasformato in sala giochi. Di chi sono le responsabilità per eventuali danni futuri? Cosa rischio io come amministratore? (M.S. – Bologna)


RISPOSTA – La responsabilità per un uso diverso – da quello per il quale è stata concessa l’abitabilità – ricade su chi ovviamente commette l’abuso, anche se persona diversa dal proprietario, che comunque rimane responsabile per quanto specificato sul contratto d’affitto. Qualora l’attività esercitata dovesse causare danni all’intero immobile è chiaro che possa essere chiamato a rispondere oltre all’autore del danneggiamento anche il proprietario stesso se è a conoscenza dell’uso abusivo. Ma risponde anche chi è corresponsabile dell’intero immobile, soprattutto se avesse omesso di segnalare le attività irregolari alle autorità competenti. (Umberto Anitori)

Umberto Anitori

Esperto nell’amministrazione di condomini, professione che svolge in Viterbo e a Roma da 40 anni. E’ docente incaricato nei corsi di formazione delle primarie associazioni di categoria e per gli enti di formazione. Consulente immobiliare per numerose aziende di primaria importanza. Già segretario nazionale dell’ANACI ha al suo attivo numerose pubblicazioni che riguardano la materia dei condomini e la loro amministrazione oltre alla partecipazione a programmi televisivi di approfondimento nelle reti Rai e Mediaset. Svolge oggi il ruolo di capo redattore della testata condominio.it coadiuvato da uno staff di legali, tecnici ed esperti del settore.