Quando bisogna costituire il condominio?

da | Ott 2, 2021 | Amministrare il condominio

Domanda: Sto acquistando un appartamento in una palazzina di due piani con due locali al piano
terreno che probabilmente diventeranno negozi e due appartamenti ad ogni piano rispettivamente al
primo ed al secondo piano: il costruttore mi dice che non c’è bisogno di costituire il condominio!
Quanti sono i condòmini per cui è obbligatorio costituire effettivamente il condominio?

Risposta: Cosa che molti ignorano il condominio si costituisce, non per il numero di condòmini, ma per la
presenza di parti comuni. Infatti il terreno su cui è costruito l’immobile, le fondamenta, il tetto, gli
impianti vari diventano parte comune nel momento in cui il costruttore vende la prima unità
immobiliare. Di conseguenza nel momento in cui esistono due proprietari (il costruttore ed il primo
acquirente) il condominio già esiste. Il codice civile (art.1130) stabilisce che quando i condòmini
sono più di otto è obbligatorio nominare un amministratore e che (art. 1138) quando i condòmini
sono più di dieci è obbligatorio dotarsi di un regolamento di condominio.

Umberto Anitori

Esperto nell’amministrazione di condomini, professione che svolge in Viterbo e a Roma da 40 anni. E’ docente incaricato nei corsi di formazione delle primarie associazioni di categoria e per gli enti di formazione. Consulente immobiliare per numerose aziende di primaria importanza. Già segretario nazionale dell’ANACI ha al suo attivo numerose pubblicazioni che riguardano la materia dei condomini e la loro amministrazione oltre alla partecipazione a programmi televisivi di approfondimento nelle reti Rai e Mediaset. Svolge oggi il ruolo di capo redattore della testata condominio.it coadiuvato da uno staff di legali, tecnici ed esperti del settore.