Interventi sull’ascensore

da | Dic 7, 2020 | Amministrare il condominio, Assemblea, Codice Civile, Leggi e normative

Il codice civile, all’articolo 1120 (rubricato “innovazioni”), prevede che i condomini possono porre in essere tutte le innovazioni dirette al miglioramento o all’uso più comodo o al maggior rendimento delle cose comuni. L’assemblea dovrà approvare le innovazioni, con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno i due terzi del valore dell’edificio.

La Suprema Corte di Cassazione (sentenza 1076/2005) ha chiarito cosa si intende per innovazione:  “qualsiasi modificazione materiale che altera l’entità sostanziale o muti la destinazione originaria della parte comune, e non quella modificazione che mira a potenziare il godimento o che lascia immutata la consistenza e la destinazione della cosa comune“.

L’ascensore

Possono dunque essere distinti due tipologie di “innovazione”: l’installazione ex novo e la c.d. sostituzione.

La prima ipotesi rientra nel concetto di innovazione di cui all’articolo 1120 del codice civile, in quanto rappresenta una modificazione della cosa comune tale da alterare la sostanza della cosa stessa; e questa dovrà essere deliberata dall’assemblea condominiale solo se approvata dalla maggioranza prevista dall’articolo 1136 comma quinto del codice, ossia maggioranza degli intervenuti in assemblea che rappresenti almeno due terzi del valore dell’edificio.

Invece, in caso di sostituzione di un impianto già esistente, non si può parlare di innovazione. La sostituzione sarà approvata con la maggioranza prevista dal secondo comma dell’articolo 1136, ossia maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell’edificio, trattandosi di un’opera di amministrazione straordinaria.

Le spese

In relazione alle spese per la sostituzione o installazione dell’ascensore, si applicherà il contenuto dell’articolo 1124 del codice civile: saranno suddivise metà in relazione ai singoli piani o porzioni di piano e per l’altra metà in misura proporzionale all’altezza di ciascun piano dal suolo.

Redazione

La Redazione di Condominio.it è composta da giornalisti esperti nel settore, da professionisti e tecnici che operano da tempo nel campo dell'amministrazione e gestione dei condomini. Fanno parte inoltre del nostro Comitato di redazione docenti universitari, presidenti e membri dei direttivi delle associazioni di categoria, avvocati, ingegneri, geometri, agenti immobiliari e consulenti operanti nel settore immobiliare e tecnico.