REVOCA GIUDIZIALE DELL’ AMMINISTRATORE – TERZA PARTE

da | Lug 3, 2019 | Amministrare il condominio, Amministratore

La revoca giudiziale dell’amministratore è un procedimento di volontaria giurisdizione, che deve essere avviato da uno o più condomini con ricorso contenente: le generalità del ricorrente, quelle dell’amministratore, i motivi di fatto e diritto sul quale si fonda il richiesto provvedimento.

Il decreto del Tribunale che dispone l’udienza viene notificato con copia del ricorso, all’amministratore, in uno dei luoghi comunemente previsti per le notifiche degli atti giudiziari (residenza, dimora, domicilio dello stesso o presso il suo ufficio).

All’udienza l’amministratore potrà essere sentito in contraddittorio con il ricorrente al fine di esporre le proprie motivazioni, poi il Tribunale con decreto motivato decide sulla domanda disponendo, o meno, la revoca dell’amministratore.

Infine la giurisprudenza di merito non ritiene obbligatoria la mediazione nei procedimenti di revoca dell’amministratore.

Redazione

La Redazione di Condominio.it è composta da giornalisti esperti nel settore, da professionisti e tecnici che operano da tempo nel campo dell'amministrazione e gestione dei condomini. Fanno parte inoltre del nostro Comitato di redazione docenti universitari, presidenti e membri dei direttivi delle associazioni di categoria, avvocati, ingegneri, geometri, agenti immobiliari e consulenti operanti nel settore immobiliare e tecnico.