POTERI E DOVERI DELL’AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO – QUARTA PARTE

da | Mar 26, 2019 | Amministrare il condominio, Amministratore

La responsabilità penale

La giurisprudenza della Corte di Cassazione ha stabilito che la responsabilità penale dell’amministratore di condominio rientra nell’ambito dell’art. 40, comma secondo, cod. pen., secondo il quale “non impedire un evento che si ha l’obbligo giuridico di impedire equivale a cagionarlo“.

Deve quindi esistere un obbligo giuridico di attivarsi, affinché l’amministratore risponda del mancato impedimento di un evento.

Obbligo di rimozione del pericolo

Inoltre si ritiene che negli edifici condominiali l’obbligo giuridico di rimuovere il pericolo derivante dalla minacciante rovina delle parti comuni della costruzione, grava sull’amministratore. L’amministratore è titolare, salvo diverse disposizioni, non solo del dovere di erogazione delle spese inerenti la manutenzione ordinaria e la conservazione delle parti e servizi comuni dell’edificio, ma anche del potere di “ordinare lavori di manutenzione straordinaria che rivestano carattere urgente” con l’obbligo di “riferirne nella prima assemblea dei condomini”, ai sensi dell’art. 1135 c.c., comma 2. Quindi si riconosce in capo allo stesso l’obbligo giuridico di attivarsi senza indugio per eliminare situazioni potenzialmente idonee a cagionare la violazione.

Riscossione dei contributi ed erogazione delle spese

Tra le attribuzione dell’amministratore vi è quella di riscuotere i contributi necessari a far fronte alle spese per la manutenzione ordinaria dei beni comuni. L’art. 1123 c.c., prevede che queste spese sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione.

Se si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le spese sono ripartite in proporzione dell’uso che ciascuno può farne.

Dette spese, risultano dal rendiconto condominiale di cui all’art. 1130 bis c.c., nel quale sono indicate le voci di entrata e di uscita ed ogni altro dato inerente alla situazione patrimoniale del condominio, ai fondi disponibili ed alle eventuali riserve.

Lo stesso è formato da un registro di contabilità, da un riepilogo finanziario e da una nota sintetica esplicativa della gestione con l’indicazione anche dei rapporti in corso e delle questioni pendenti.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Redazione

La Redazione di Condominio.it è composta da giornalisti esperti nel settore, da professionisti e tecnici che operano da tempo nel campo dell'amministrazione e gestione dei condomini. Fanno parte inoltre del nostro Comitato di redazione docenti universitari, presidenti e membri dei direttivi delle associazioni di categoria, avvocati, ingegneri, geometri, agenti immobiliari e consulenti operanti nel settore immobiliare e tecnico.