Piante sul pianerottolo del condominio

da | Ott 15, 2018 | Amministrare il condominio, Amministratore

Talvolta capita che nei pianerottoli dei condomini, siano posizionate delle piate, vasi ed altri ornamenti (quali zerbini, decorazioni a muro, ecc..) per abbellirli e creare un’atmosfera domestica prima di entrare nell’abitazione.

I condomini possono impedire che il singolo posizioni oggetti vari, sul pianerottolo del condominio?

I vari condomini possono abbellire il pianerottolo nel rispetto di determinate condizioni, sempre che l’assemblea o il regolamento non lo impediscano.

Quali sono le regole di riferimento per prevenire o risolvere eventuali conflitti che possono sorgere in materia.

Il pianerottolo: parte comune

I pianerottoli sono compresi tra le parti comuni dell’edificio, di conseguenza ogni condomino è libero di servirsi del pianerottolo, in base a due limitazioni previste dall’articolo 1102 codice civile: che non ne venga alterata la destinazione d’uso; che non si impedisca agli altri condomini di farne lo stesso uso.

Il rispetto degli altri condomini

La naturale destinazione d’uso del pianerottolo è di permette l’accesso alle singole unità immobiliari e di dare luce e aria all’immobile; di conseguenza le piante e gli altri ornamenti non devono impedire o rendere difficoltoso il passaggio delle persone; e non devono avere dimensioni tali da coprire le finestre e le aperture presenti.

Inoltre, anche gli altri condomini devono fruire in egual misura del pianerottolo, quindi le piante posizionate, devono consentire anche agli altri condomini di posizionare gli ornamenti che preferiscono. Ciò vale anche nel caso in cui il vicino di casa non manifesti alcuna intenzione di posizionarvi piante e altri oggetti.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Redazione

La Redazione di Condominio.it è composta da giornalisti esperti nel settore, da professionisti e tecnici che operano da tempo nel campo dell'amministrazione e gestione dei condomini. Fanno parte inoltre del nostro Comitato di redazione docenti universitari, presidenti e membri dei direttivi delle associazioni di categoria, avvocati, ingegneri, geometri, agenti immobiliari e consulenti operanti nel settore immobiliare e tecnico.