Contatore unico in condominio

da | Mag 28, 2018 | Amministrare il condominio, Amministratore

In condominio il contatore dell’acqua può essere unico, con spesa per il consumo d’acqua ripartita in base ai millesimi di proprietà.

In tali casi il singolo condomino ha il diritto di installare a sue spese un contatore proprio, che in ogni caso non gli permetterà di pagare di meno rispetto al criterio millesimale.

Infatti, tutti i condomini sono tenuti a contribuire, in ai base millesimi, alla spesa per l’acqua che serve alle necessità condominiali (irrigazione del giardino, pulizia delle scale, ecc…).

I criteri di ripartizione delle spese

Il criterio di ripartizione delle spese in base ai millesimi, può essere modificato con delibera dell’assemblea presa a maggioranza degli intervenuti, in rappresentanza di almeno 500/1.000.

Se, invece, il regolamento di condominio stabilisce i criteri di divisione dei consumi, ed è stato approvato all’unanimità, è necessario il consenso di tutti i condomini anche per la modifica.

I contatori individuali

L’introduzione di contatori individuali che registrano il consumo d’acqua da parte di ciascun appartamento, non necessita di autorizzazione dell’assemblea; la normativa stabilisce che, qualora la consegna e la misurazione dell’acqua avvenga per utenze raggruppate, la ripartizione interna dei consumi dev’essere organizzata, a cura e spese dell’utente, tramite l’installazione di singoli contatori per ciascuna unità immobiliare, per cui si è nel diritto di pretendere, se nel caso ricorrendo al Giudice di pace, il rispetto di questa norma.

La spesa per l’introduzione di contatori separati in sostituzione dell’unico contatore condominiale va suddivisa su base millesimale (indipendentemente, quindi, dal consumo), salvo diverso accordo sottoscritto da tutti i condomini.

Concludendo

Le spese di consumo dell’acqua devono suddividersi in base al criterio contenuto nel regolamento, salvo diverso accordo di tutti i condomini.

Sicuramente il criterio corretto, è quello di ripartire le spese in base alle registrazioni dei singoli contatori, ma solo se installati in tutte le unità (dal momento della costruzione dell’edificio o, successivamente, per decisione dell’assemblea). Ciò è stabilito o dall’originario regolamento, o da una delibera dell’assemblea; se non vi è una apposita decisione in tal senso, il condomino che adotta unilateralmente il contatore dell’acqua, non può pretendere che gli vengano addebitate le spese di consumo secondo le registrazioni dello stesso, in deroga al criterio stabilito nel regolamento e applicato agli altri condomini.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Redazione

La Redazione di Condominio.it è composta da giornalisti esperti nel settore, da professionisti e tecnici che operano da tempo nel campo dell'amministrazione e gestione dei condomini. Fanno parte inoltre del nostro Comitato di redazione docenti universitari, presidenti e membri dei direttivi delle associazioni di categoria, avvocati, ingegneri, geometri, agenti immobiliari e consulenti operanti nel settore immobiliare e tecnico.