Violenza domestica in condominio

da | Apr 21, 2018 | Amministrare il condominio

Il silenzio dei vicini di casa è punibile?

I maltrattamenti a donne e bambini, all’interno della famiglia, la c.d. violenza domestica è un fenomeno sempre più diffuso, e il ruolo dei vicini di casa è molto importante, in particolare nei condomini dove ci sono tante persone, in quanto può capitare che nonostante tutti siano a conoscenza di certi episodi, non agiscono, fingendo di non sapere nulla.

L’omertà dei vicini di casa non è reato

L’omertà, il silenzio in generale, nel nostro sistema di diritto penale, non viene considerato un reato e dunque non punibile, salvo alcuni casi specifici ed eccezionali in cui l’omessa denuncia assume rilevanza giuridica.

Ciò comporta che coloro che rimangono in silenzio, non rischiano nulla nei confronti della legge; evitando questioni con la giustizia e con i vicini.

La mancata denuncia

In linea di massima il silenzio non è punito nel nostro ordinamento, salvo casi eccezionali in cui l’omessa denuncia diventa penalmente rilevante.

Per completezza va allora precisato che tale fattispecie di reato è integrata dal pubblico ufficiale quando omette o ritarda di denunciare all’Autorità giudiziaria, o a un’altra Autorità che a quella abbia obbligo di riferirne, un reato di cui ha avuto notizia nell’esercizio o a causa delle sue funzioni.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

 

 

Redazione

La Redazione di Condominio.it è composta da giornalisti esperti nel settore, da professionisti e tecnici che operano da tempo nel campo dell'amministrazione e gestione dei condomini. Fanno parte inoltre del nostro Comitato di redazione docenti universitari, presidenti e membri dei direttivi delle associazioni di categoria, avvocati, ingegneri, geometri, agenti immobiliari e consulenti operanti nel settore immobiliare e tecnico.