Fioriere, balconi e parapetti sono beni comuni – Seconda Parte

da | Ott 25, 2017 | Amministrare il condominio, Cassazione, Sentenze

La motivazione della Cassazione

La Corte di Cassazione, pose alla base della sua decisione i seguenti motivi: “che gli elementi esterni, quali i rivestimenti della parte frontale e di quella inferiore, e quelli decorativi di fioriere, balconi e parapetti di un condominio, svolgendo una funzione di tipo estetico rispetto all’intero edificio, del quale accrescono il pregio architettonico, costituiscono, come tali, parti comuni ai sensi dell’articolo 1117, n. 3, c.c., con la conseguenza che la spesa per la relativa riparazione ricade su tutti i condomini, in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno”.

I balconi dei condomini sono di vari tipi

I balconi di un condominio, si possono distinguere in due categorie:

  • possono essere balconi incassati, realizzati a filo della facciata, che non sporgono, anzi talvolta rientrano rispetto al profilo dell’immobile, e solitamente sono chiusi su due lati;
  • poi ci sono i balconi aggettanti, che sporgono dalla facciata dell’immobile, sono aperti sui tre lati, e dotati di ringhiera o parapetto.

Nel primo caso, i balconi hanno la funzione di sostegno e di copertura dell’edificio, per cui sono al servizio dei piani superiori, dunque sono di proprietà comune dei proprietari di tali piani.

Conseguentemente le spese di manutenzione del sottobalcone devono essere sostenute solo dai proprietari dei due piani l’uno all’altro sovrastanti, in parti uguali.

Le spese invece per il pavimento del balcone restano in capo al proprietario del piano dove insiste il balcone, mentre quelle relative all’intonaco, tinta e decorazione del sottobalcone restano a carico del proprietario dell’appartamento sottostante.

Gli elementi dei balconi

Le spese relative agli altri elementi del balcone, come il parapetto in muratura, in quanto elemento inserito stabilmente nella facciata dello stabile, vanno suddivise, a norma dell’articolo 1123, comma 1 codice civile tra tutti i condomini, in proporzione ai millesimi.

Non sono comuni invece, le ringhiere o le fioriere, in tal caso i cui costi di manutenzione sono a carico del proprietario del piano balcone.

I balconi aggettanti, essendo un prolungamento dell’ unità immobiliare, appartengono in via esclusiva al proprietario di questa; le spese per la sua manutenzione sono a carico del proprietario dello stesso.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Redazione

La Redazione di Condominio.it è composta da giornalisti esperti nel settore, da professionisti e tecnici che operano da tempo nel campo dell'amministrazione e gestione dei condomini. Fanno parte inoltre del nostro Comitato di redazione docenti universitari, presidenti e membri dei direttivi delle associazioni di categoria, avvocati, ingegneri, geometri, agenti immobiliari e consulenti operanti nel settore immobiliare e tecnico.