RIFIUTI ABBANDONATI IN CONDOMINIO

da | Giu 12, 2017 | Amministrare il condominio, Leggi e normative

Chi è responsabile?

Nel caso in cui soggetti terzi abbandoni dei rifiuti in condominio, chi è responsabile?
Nel caso di appalto ad un’impresa che effettui interventi edili nel condominio, che abbia pensato di disfarsi di qualche suo bene lasciandolo nell’area condominiale, la giurisprudenza maggioritaria esclude la responsabilità derivanti dalla produzione del rifiuto in capo al committente, per cui si esclude la responsabilità del condominio in persona dell’amministratore, dei proprietari, dei condomini, e del direttore dei lavori; e di conseguenza dell’amministratore quando agisce in qualità di direttore dei lavori.
Per cui tali soggetti, non vi e’ un onere di controllo sulla gestione dei rifiuti, fatto salvo quando sia espressamente previsto.

La responsabilità dell’amministratore verso il condominio

In linea generale, in quanto l’amministratore ha un ruolo di garante della conservazione dei beni comuni, deve attivarsi per risolvere la questione, infatti, ai sensi dell’articolo 1130 codice civile, è onere dell’amministratore, quello porre in essere atti conservativi per le parti comuni dell’edificio.
Ciò riguarda il rapporto interno tra amministratore e condominio, per cui l’eventuale provvedimento dell’autorità verrà pronunciato nei confronti del condominio, il quale se ne sussistono le condizioni, potrà rivalersi sull’amministratore.

Il provvedimento

L’articolo 192, D.Lgs. 152/2006, prevede che, chi abbandona i rifiuti ha l’onere di rimuoverli, con l’avvio al recupero o allo smaltimento degli stessi, e al ripristino dello stato dei luoghi insieme al proprietario e con i titolari di diritti reali o personali di godimento sull’area, ai quali la violazione sia riferibile a titolo di dolo o colpa, sulla base degli accertamenti effettuati, in contraddittorio con i soggetti interessati, dai soggetti preposti al controllo.
Il Sindaco, con ordinanza indicherà le operazioni necessarie ed il termine entro cui devono essere poste in essere, decorso il termine, procede all’esecuzione in danno dei soggetti obbligati ed al recupero delle somme anticipate.
Di conseguenza, i condomini, essendo proprietari (o comunque titolari di diritti reali o personali di godimento) dell’area su cui si trovano i rifiuti, potrebbero essere chiamati a rispondere di abbandono o deposito incontrollato di rifiuti, in solido con l’autore.

Adempimenti del condominio

Nel caso in cui, il terzo che abbandona i rifiuti sia noto, un singolo condomino o l’amministratore, può inoltrare una diffida ad adempiere e poi valutare se procedere alla denunzia del fatto alla pubblica autorità o allo sgombero delle aree per poi rivalersi in danno dei responsabili.
Se invece i terzi risultano essere ignoti, o non rintracciabili, ovviamente si salterà la fase della diffida, non avendo un indirizzo a cui inviarla.
Per cui è opportuno che, in caso di lavori in condominio i soggetti coinvolti si assicurino che sia effettuata anche una corretta gestione dei rifiuti; se l’autore è ignoto e gli episodi si dovessero ripetere, il condominio potrebbe decidere di adottare soluzioni come l’installazione di un impianto di videosorveglianza.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

Redazione

La Redazione di Condominio.it è composta da giornalisti esperti nel settore, da professionisti e tecnici che operano da tempo nel campo dell'amministrazione e gestione dei condomini. Fanno parte inoltre del nostro Comitato di redazione docenti universitari, presidenti e membri dei direttivi delle associazioni di categoria, avvocati, ingegneri, geometri, agenti immobiliari e consulenti operanti nel settore immobiliare e tecnico.