Piscina del condominio: serve il permesso della Asl

da | Gen 18, 2017 | Amministrare il condominio, Amministratore

Piscina del condominio: osservanza delle norme in materia sanitaria

La piscina del condominio, viene regolamentata dalle norme che disciplinano in via generale le parti comuni condominiali, si applicano inoltre le disposizioni in materia sanitaria. La piscina del condominio, il cui utilizzo è esclusivo per gli abitanti del condominio e eventuali loro ospiti, deve avere i requisiti igienici e ambientali previsti dall’Accordo Stato-Regioni del 16 gennaio 2003.
L’esistenza di una piscina del condominio infatti, comporta una serie di controlli sanitari obbligatori, oltre all’analisi batteriologica e chimica dell’acqua; tali controlli sono eseguiti dalle ASL competenti per il rilascio del nulla osta dopo che è stata effettuata l’analisi chimica e batteriologica dell’acqua.

Per eseguire le molteplici verifiche, le spese sono a carico del condominio.

Piscina del condominio: il regolamento

In caso di piscina del condominio, è opportuno approvare sempre un regolamento interno che regoli il funzionamento della piscina, indicando orari di fruizione del servizio, e tutte le regole per la corretta e civile convivenza.

Tale regolamento verrà esposto su una bacheca accessibile a tutti i condomini, e quindi sarà portato a conoscenza di tutti gli utenti.

E’ necessaria la segnalazione della differenza di profondità, e il divieto di tuffarsi se non ci sono appositi trampolini.

In base alle norme igieniche vi è l’obbligo della doccia o del pediluvio prima del bagno.

L’uso della piscina condominiale può essere aperta anche ad eventuali ospiti, ma ciò non deve ostacolare l’utilizzo della piscina stessa da parte degli altri condomini, per cui è importante indicare nel regolamento il numero massimo di ospiti che ciascuno può invitare, in base alle dimensioni della piscina.

Piscina del condominio: le spese di manutenzione

Le spese di manutenzione della piscina condominiale, saranno ripartite in proporzione ai millesimi di proprietà, salvo che non esista un diverso accordo. Tra le principali regole di manutenzione e utilizzo della piscina del condominio, deve essere garantito il ricambio dell’acqua e curata e controllata la quantità di cloro.

La piscina del condominio, deve essere svuotata almeno una volta l’anno con il totale rinnovo dell’acqua. L’amministratore sarà il responsabile della corretta manutenzione. Sarà necessaria la presenza di servizi igienici e docce per garantire la completezza e la funzionalità dell’impianto.

Piscina del condominio: il bagnino

È importante, ma non obbligatoria, per la piscina condominiale, la presenza di un bagnino,semprechè non sia espressamente previsto dalla normativa regionale.

E’ orientamento costante della giurisprudenza che, in caso di incidenti in piscina venga applicato l’articolo 2051 codice civile “danno cagionato da cosa in custodia”.

© condominio.it – tutti i diritti riservati

 

Redazione

La Redazione di Condominio.it è composta da giornalisti esperti nel settore, da professionisti e tecnici che operano da tempo nel campo dell'amministrazione e gestione dei condomini. Fanno parte inoltre del nostro Comitato di redazione docenti universitari, presidenti e membri dei direttivi delle associazioni di categoria, avvocati, ingegneri, geometri, agenti immobiliari e consulenti operanti nel settore immobiliare e tecnico.