Diritti e millesimi

da | Feb 2, 2012 | Amministrare il condominio, Domande & Risposte

Domanda di un nostro lettore:

entro nel portone del fabbricato e trovo 2 porte:

  • una, entra in un locale commerciale, si può accedere anche dal porticato esterno;
  • l’altra, entra nel seminterrato/garage di proprietà di un condomino;

preciso che la prima porta è chiusa con chiave in possesso di unico proprietario (sue proprietà: appartamento, locale commerciale e garage).

chiedo:

per la presenza di queste 2 porte, anche se una chiusa con chiave, al proprietario vengono attribuiti dei millesimi per l’una e l’altra porta, inseriti nella tabella “B” delle tabelle millesimali. Il proprietario è tenuto a rispettarle?

Risposta del nostro esperto:

Mi sembra di capire, che nell’androne condominiale oltre ai proprietari degli appartamenti transitano, anzi possono transitare, per accedere rispettivamente ad un locale commerciale con accesso anche all’esterno, e ad un garage di uso esclusivo, tramite porte presenti nel detto androne, anche i proprietari di detti locali, di conseguenza ai suddetti proprietari sono stati attribuiti millesimi nella tabella B. Mi si chiede se questi proprietari siano obbligati al rispetto dei millesimi, in considerazione del fatto che almeno una delle due porte è perennemente chiusa.

Premesso che i millesimi non sono attribuiti alle porte ma ai relativi immobili non perché le porte sono utilizzate ma bensì perché esiste un diritto di passaggio a detti locali anche attraverso l’androne e nulla rileva il fatto che non venga utilizzato, trattasi di libera scelta operata dai singoli proprietari equivalente alla decisione del proprietario di un appartamento per suoi personali motivi lasci l’appartamento disabitato per un lungo periodo. Pertanto la risposta non può essere che affermativa a meno che il regolamento di condominio non preveda esenzioni particolari dalle spese per l’ uso, la conservazione e manutenzione dell’androne.

Umberto Anitori

Umberto Anitori

Esperto nell’amministrazione di condomini, professione che svolge in Viterbo e a Roma da 40 anni. E’ docente incaricato nei corsi di formazione delle primarie associazioni di categoria e per gli enti di formazione. Consulente immobiliare per numerose aziende di primaria importanza. Già segretario nazionale dell’ANACI ha al suo attivo numerose pubblicazioni che riguardano la materia dei condomini e la loro amministrazione oltre alla partecipazione a programmi televisivi di approfondimento nelle reti Rai e Mediaset. Svolge oggi il ruolo di capo redattore della testata condominio.it coadiuvato da uno staff di legali, tecnici ed esperti del settore.