Sicurezza e responsabilità

da | Apr 13, 2011 | Domande & Risposte

Domanda:

Volevo una informazione, sono una dipendete di una cooperativa e faccio le pulizie delle scale in un condominio, sono stata accusata di aver lasciato acqua vicino ai garage (cosa non vera) comunque l’amministratore ha scritto la lettera dell’infortunato alla ditta di cui sono dipendente, questa per colpa della franchigia addebita a me l’importo richiesto. è possibile? io al momento dell’incidente ero già andata via da quasi 2 ore.

Risposta:

Stratta di una vicenda molto delicata in quanto va a coinvolgere due rapporti di lavoro :

  1. il contratto tra il condominio committente e la cooperativa;
  2. il contratto tra la cooperativa ed i suoi dipendenti o soci.

Considerazioni

La cooperativa dovrebbe avere una polizza di RCT attivando la quale può eventualmente risarcire i terzi.

Il comportamento del legale rappresentante della cooperativa sembra confermare che da parte dello stesso è stato accettato il fatto che le responsabilità siano addebitabili a chi ha eseguito il lavoro di pulizia (la cooperativa) .

non credo che il contratto con i dipendenti possa prevedere un risarcimento da parte degli stessi dipendenti se non è dimostrata una colpa grave che nel suo caso non mi sembra sia dimostrabile.

Umberto Anitori

 

 

Umberto Anitori

Esperto nell’amministrazione di condomini, professione che svolge in Viterbo e a Roma da 40 anni. E’ docente incaricato nei corsi di formazione delle primarie associazioni di categoria e per gli enti di formazione. Consulente immobiliare per numerose aziende di primaria importanza. Già segretario nazionale dell’ANACI ha al suo attivo numerose pubblicazioni che riguardano la materia dei condomini e la loro amministrazione oltre alla partecipazione a programmi televisivi di approfondimento nelle reti Rai e Mediaset. Svolge oggi il ruolo di capo redattore della testata condominio.it coadiuvato da uno staff di legali, tecnici ed esperti del settore.