Question Time … la parola a Umberto Anitori

da | Dic 8, 2010 | Amministrare il condominio, Amministratore

Dal Sig. Stefano Barbiero di Venezia riceviamo un quesito sul tema dell’ infiltrazione dal lastrico solare. Lo condividiamo chiamando a rispondere Umberto Anitori, caporedattore del sito e uno dei massimi esperti del settore.  La redazione

Domanda: questo il mio quesito in sintesi.

condominio di quattro appartamenti sovrapposti con garage al piano terra (totale livelli fuori terra 5);

– ultimo appartamento leggermente più piccolo degli altri con lastrico solare esclusivo.

Infiltrazione d’acqua piovana dal lastrico con danni all’appartamento sottostante.

Il condominio ha deciso di fare dei lavori di manutenzione e i costi conseguenti vengono così ripartiti:

1/3 l’ultimo piano e i restanti 2/3 divisi tra tutti compreso l’ultimo piano.

C’è chi afferma che i 2/3 del costo vadano ripartiti solo fra i restanti condomini senza l’ultimo piano…ma se il condominio fosse di sole due unità chi subisce il danno pagherebbe 2/3 di costo e il proprietario esclusivo del lastrico solo 1/3…?

grazie per l’aiuto – Stefano

Risposta: interviene Umberto Anitori

L’art.1126 del codice civile recita “quando il lastrico solare è di uso esclusivo le spese per le riparazioni dello stesso spettano per 1/3 al proprietario del lastrico e per 2/3 a tutti i condomini dell’edificio o della parte dello stesso a cui il lastrico serve,” quindi in questo caso debbono concorrere alle spese di riparazione e ripristino per 1/3 il proprietario dell’appartamento che ha l’uso esclusivo del lastrico e per 2/3 i proprietari degli appartamenti sottostanti e dei box ciascuno in ragione dei propri millesimi di proprietà. Quanto all’ipotesi di edificio con due soli appartamenti non necessariamente deve essere costituito in condominio potrebbe configurarsi una fattispecie diversa dal condominio cioè la comunione e quindi si dovrebbe applicare la relativa normativa.