Le spese ripartite per il riscaldamento: un labirinto normativo?

da | Nov 18, 2010 | Amministrare il condominio, Amministratore, Domande & Risposte

Le spese ripartite per il riscaldamento: un labirinto normativo?

Domanda:

Con riferimento alla normativa sul contenimento energetico -Impianti- Condominio. Non capisco bene la suddivisione dell’80% e 20%, ammettiamo che il mio consumo corrisponda alla quota del 20%, mi pare di capire che dovrei pagare il 20% di fisso più il 20% di consumo, in sostanza mi troverei a dover pagare il 40%,(20%+20%) . Se quanto sopra fosse corretto il mio consumo “cercando di risparmiare” mi costerebbe il doppio, pertanto mi converrebbe riscaldare anche le camere che non uso!

Risposta:

di Umberto Anitori *:

Lo spirito della legge è quello di consentire il miglior servizio con il minor dispendio di energia.

Il 20% che viene ripartito tra tutti i condomini serve a garantire comunque i 15° anche nei locali dove il radiatore è chiuso e ciò in funzione del fatto che se così non fosse avremmo all’interno dello stesso appartamento o negli appartamenti limitrofi una escursione notevole che causerebbe un maggior consumo nei vani dove si decide di riscaldare per garantire i 20/22°e che nel momento in cui si vuole riattivare il riscaldamento in una stanza precedentemente chiusa il consumo di calorie sarebbe notevole ed i tempi molto più lunghi oltre al problema tecnico che trattandosi comunque di un unico impianto se dei rami seppur con acqua non circolante fossero freddi completamente determinerebbero un maggior assorbimento di calorie.

Credo inoltre che non abbia nemmeno compreso il criterio di ripartizione infatti a fine gestione la spesa viene così ripartita il 20% in base ai millesimi di riscaldamento come avveniva precedentemente il rimanente 80% sulla base degli effettivi consumi di ciascun radiatore . la cosa che il signore non ha considerato è che questo tipo di gestione porta ad un risparmio complessivo che a parità di servizio può anche arrivare al 30% o se invece qualcuno vorrà riscaldarsi in misura maggiore rispetto alla precedente gestione lo farà a sue spese.

Spero di essere stato esaustivo

*( professionista esperto del settore – amministratore di Condominio. Già segretario nazionale ANACI – associazione nazionale amministratori condominiali immobiliari )

Redazione

La Redazione di Condominio.it è composta da giornalisti esperti nel settore, da professionisti e tecnici che operano da tempo nel campo dell'amministrazione e gestione dei condomini. Fanno parte inoltre del nostro Comitato di redazione docenti universitari, presidenti e membri dei direttivi delle associazioni di categoria, avvocati, ingegneri, geometri, agenti immobiliari e consulenti operanti nel settore immobiliare e tecnico.